Concorso 800 assistenti giudiziari, in 5.900 agli orali. Ecco l’identikit degli ammessi: il 20% è over 40

0

concorso 800 assistenti giudiziari

 

Roma, 29 giu.- Si sono concluse ieri le prove scritte del concorso a 800 posti di Assistente giudiziario, già implementato di ulteriori 400, svolte presso la fiera di Roma dal 26 al 28 giugno. Le prove scritte seguono alle prove preselettive effettuate dall’8 al 24 maggio. Lo comunica il ministero della Giustizia.

“Grazie all’innovativa gestione informatizzata dell’intera fase concorsuale, nonché alla collaborazione anche con altri istituzioni, si è arrivati in un mese e mezzo a chiudere interamente due delle tre fasi del concorso (prove preselettive e selettive). Dalle 308.385 domande – informa la nota – si è così pervenuti ad una selezione di circa 5.900 candidati che hanno raggiunto il punteggio minimo per l’accesso al colloquio orale che rappresenta la fase finale del concorso. Nei prossimi giorni la Commissione stenderà la graduatoria, con relativi punteggi, degli ammessi al colloquio orale”.

Il ministero fa un identikit dei candidati: “Piuttosto giovane è l’età media di coloro che hanno raggiunto il punteggio di ammissione alla fase orale: il 28% si colloca tra i 19 anni e i 30 e il 62% nella fascia di età post universitaria tra i 24 e 34 anni. Da segnalare, comunque, che il 20% dei candidati supera i 40 anni di età. La provenienza geografica degli ammessi agli orali rispecchia la percentuale dei candidati che hanno presentato domanda: 22,3% dalla Campania, 21,6% dalla Sicilia, 11,9% dalla Puglia, 9,7% dal Lazio e 8,5% dalla Calabria”.

“Oltre 500 sono coloro che hanno raggiunto il punteggio minimo per l’acceso agli orali in possesso di titoli per i quali il bando ha previsto l’attribuzione di titoli aggiuntivi: il reale possesso di tali titoli verrà controllato dalla Commissione, ma ovviamente questo è motivo di soddisfazione per il Ministero, considerato che tali titoli sono stati conseguiti a seguito di tirocini e stage formativi presso gli uffici giudiziari”, informa ancora il ministero della Giustizia.

 

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi