Organismo Congressuale Forense, preoccupazione per emendamenti respinti su equo compenso nel ddl Concorrenza

0

     Organismo congressuale forense chiede incontro urgente con il ministro della Giustizia

Roma, 6 mar. – L’Ocf, organismo congressuale e forense, esprime “preoccupazione in merito alla notizia che la commissione Lavoro della Camera ha respinto gli emendamenti al ddl sulle misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale, che prevedevano l’introduzione dell’equo compenso per i professionisti” e chiede un incontro urgente al ministro della Giustizia “affinché si intervenga per disciplinare la materia in tempi brevi, quantomeno per gli avvocati”.

Il coordinatore dell’Ocf Antonio Rosa si dice “rammaricato per quanto accaduto, considerato che il presidente della commissione e relatore del ddl Cesare Damiano si era dichiarato favorevole ad affrontare questo tema nell’ambito del provvedimento in esame e che, peraltro, le istanze in tal senso erano comuni a maggioranza e opposizione. Né ci rassicura che abbia dichiarato di avere personalmente a cuore la questione e che, con il voto contrario, si solo è preferito non ampliare il perimetro del provvedimento approvato in prima lettura dal Senato”.

L’Ocf auspica che “come dichiarato ieri dal ministro Orlando, il ddl sull’equo compenso per la professione forense venga presentato in tempi brevi ed abbia una corsia preferenziale per la discussione parlamentare, perché solo restituendo equilibrio a un mercato senza regole si potrà porre fine a un grave disagio economico che rischia di travolgere tutti i professionisti, primi fra tutti proprio coloro che sono preposti a garantire il diritto alla difesa dei cittadini”.

(Sin/AdnKronos)

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi