Parlamento europeo convoca in audizione i giudici di pace

0

    Roma, 10 feb.  – Il 28 febbraio una delegazione di giudici di pace sarà ascoltata in audizione in pubblica udienza dal Parlamento Europeo dinanzi alla Commissione per le petizioni. Nel frattempo il Ministro della Giustizia ha convocato una riunione mercoledì 15 febbraio alle 16, invitando il Vice Presidente del Csm Giovanni Legnini ed una delegazioni degli 82 procuratori che hanno sottoscritto una lettera di preoccupazione “sui deleteri contenuti della prospettata riforma della magistratura onoraria e di pace”. Così in una nota l’Unione nazionale giudici di pace, Unagipa.

     “Al tavolo tecnico non sono stati invitati i giudici di pace ed i magistrati onorari: ringraziamo per la loro solidarietà il Vice Presidente Giovanni Legnini ed i procuratori della Repubblica (che nel frattempo sono saliti ad oltre 100 firmatari), ma non possiamo non manifestare sgomento per l’ennesimo comportamento scorretto del Ministro Orlando, che ritiene di poter discutere della riforma della magistratura onoraria e di pace in assenza dei diretti interessati”.

     Giovedì 16 febbraio, a partire dalle 13:30, una delegazione di giudici di pace protesterà a via Arenula, dinanzi al Ministero, e subito dopo, a partire dalle 15 l’intera magistratura onoraria e di pace unita (è prevista la presenza di oltre 500 magistrati in toga) manifesterà contro il Ministro Orlando a Piazza Indipendenza, chiedendo al Consiglio Superiore della Magistratura di salvaguardare l’indipendenza e la professionalità della magistratura cd. onoraria. Nella settimana dal 20 al 25 febbraio sarà quindi la volta degli scioperi dell’intera categoria: cominceranno i pubblici ministeri onorari ed i giudici onorari il 20 febbraio (e sino al 24 febbraio), mentre a partire dal 21 febbraio (e sino al 25 febbraio) entreranno in sciopero i giudici di pace.

     (Rre/AdnKronos)

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi