Animali domestici “social”: arriva il +PetTag che permette di seguirli online

0

Ci relazioniamo, lavoriamo e viviamo ormai per una importante parte della nostra giornata attraverso i social che sopperiscono al poco tempo che abbiamo a disposizione, tenendoci interconnessi. E se anche il nostro animale domestico avesse un suo account? Se fosse possibile durante il giorno seguirlo online, mettere un like alle sue foto, vederlo mentre va a spasso per il bisognino o ricevere tutte le info che riguardano la sua razza e le ultime mode? Non è un’idea. È già realtà. È arrivato, infatti, il +PetTag, la prima funzione al mondo che permette di taggare animali domestici online. L’ultima novità informatica degli ideatori di Bepuppy, il primo Pet Social Network italiano dove postare i selfie dei nostri amici animali, seguirli con la geolocalizzazione, cercare pet sitters e altri professionisti in città, adottare animali a distanza, scoprire luoghi pet friendly e molti altri servizi dedicati. Con il +PetTag gli amanti degli animali potranno condividere la vita dei propri “pet” in modo facile, veloce e originale. E persino tenerli sotto controllo, a distanza, nelle ore di lavoro o di assenza da casa. Si tratta di un’etichetta digitale in grado non solo di condividere foto e video dei propri pet, ma anche di scambiare informazioni di valore in caso di smarrimenti, adozioni a distanza e servizi dedicati alla cura degli amici animali.

Ma come funzione il +PetTag e come si usa?

animale domestico gattoIl +PetTag permette di taggare i nostri amici a quattro zampe all’interno del social network grazie all’utilizzo di username dedicati. Bepuppy permette infatti di assegnare in fase di registrazione del pet un indirizzo web univoco, come ad esempio “bepuppy.com/+fido”. Digitando +, seguito dal nome del pet, si potrà così taggare il proprio animale domestico, esattamente come avviene quando tagghiamo un nostro amico con la @, ma con sostanziali differenze rispetto a quanto accade su altre piattaforme.

A differenza di #hashtag e @mention, (funzioni comunque sempre disponibili), il +PetTag non serve per “etichettare” un argomento o “citare” un altro utente, ma permette di:

● gestire velocemente i contenuti: basterà infatti caricare qualsiasi foto o video del proprio pet, aggiungere al post il +PetTag, e il contenuto sarà automaticamente visibile sul suo profilo;

● notificare: il +PetTag permette di comunicare con il proprietario di un animale domestico a distanza, ad esempio durante le sue assenze o in caso di affidi a distanza.

Un tag tutto a quattro zampe quindi, dalle infinite possibilità nel campo dei servizi e della cura degli animali domestici. Uno dei possibili campi d’applicazione, riguarda ad esempio la ricerca di animali smarriti: usando il +PetTag unito al servizio di Alert (funzione che sarà disponibile a breve) chiunque potrà comunicare avvistamenti o contattare il padrone dell’animale in difficoltà.

Il tag per controllare online il proprio animale

Uno strumento, per alcune funzioni, particolarmente utile a quanti, professionisti e uomini d’affari, sono sempre più impegnati e con sempre meno tempo a disposizione per quell’amico a quattro zampe di cui non possono fare a meno ma che desiderano poter tenere sotto controllo anche durante gli orari di lavoro. Un vero e proprio antistress per chi si illumina davanti all’immagine rassicurante del proprio adorato “fido”!

Potrà essere utilizzato dai pet sitter e altre strutture pet-friendly per tranquillizzare i padroni più apprensivi durante le loro assenze, ad esempio taggando il loro animale domestico in una foto scattata durante una passeggiata al parco. Anche in caso di adozioni a distanza si rivela uno strumento molto utile: tutti gli aggiornamenti sulla vita dell’animale domestico verranno infatti notificati in tempo reale tramite il +PetTag, garantendo così un contatto diretto tra chi adotta e le associazioni no profit che erogano questo servizio tramite Bepuppy.

Attenzione però al rispetto delle regole…si tratta pur sempre di una community online. E non c’è da stupirsi se la possibilità di pubblicare informazioni dei nostri animali aprirà, prima o poi, un qualche dibattito sul diritto dei nostri animali alla loro pet-privacy o al pet-oblio.

Rosy Abruzzo

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi