Car tuning, chi fermerà la musica? La Cassazione!

0

Car tuning, chi fermerà la musica? La Cassazione!

Accade quando meno te lo aspetti. Passa sulla strada una Uno blu del dopoguerra, con impianto stereo modificato da duemila Watt, luci allo xeno blu, aerografie laterali con fiamme e teschi. La musica è così forte che, al tavolo del bar di fronte, trema il ghiaccio nel mojito. Per definire la pratica di usare la propria automobile come discoteca portatile esiste persino un termine: “car tuning”. Il problema della musica alta è sempre esistito: durante certe feste in appartamento di studentastri che vogliono imitare American Pie, il salotto fa da cassa armonica e, nell’appartamento sette piani sopra, tintinna l’argenteria nei cassetti. Una star, ve lo ricorderete di sicuro, prese qualche botta da un vicino di casa esasperato.

Ma la Suprema Corte ha dedicato una sentenza, la numero 38155 del 2016, proprio al “car tuning”, condannando un patito che, con lo stereo della propria auto, disturbava il vicinato. Verrebbe da ironizzare dicendo che i giudici sono stati “sordi” ad ogni giustificazione. Comunque, qualche locale, per ammortizzare il problema, ha persino introdotto i tristissimi “party silenziosi”, in cui ti danno le cuffie all’ingresso. Forse è vero che, considerata l’età, molti giudici sono rimasti al grammofono e al Sanremo via radio con il “miei cari amici vicini e lontani, buonasera, buonasera ovunque voi siate” di Nunzio Filocamo. I tempi saranno anche cambiati. Ma ora come allora la gente vuole solo dormire in santa pace. Cantavano i Pooh “chi fermerà la musica?”: la Cassazione.

Davide Gambetta

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi