Londra, il Parlamento va via dalla storica sede di Westminster

0

Londra, il Parlamento va via dalla storica sede di Westminster: la struttura è decadente

Il Parlamento londinese lascia per sei anni la storica sede di Westminster per l’avvio di lavori di ristrutturazione nella storica sede, considerata da sempre come prototipo dei parlamenti europei e culla della democrazia. Questo perché, nonostante gli innumerevoli motivi di vanto, in realtà la struttura è ormai decadente e sempre più soggetta al rischio incendi.

Il Parlamento va via da Westminster: la decisione del governo britannico

westminster-02

Per queste ragioni, lo scorso 8 settembre, il governo britannico ha deciso di restaurare la storica sede e chiuderla per almeno sei anni, dal 2022 al 2028, periodo durante il quale la Camera dei Comuni e quella dei Lord saranno costrette a trovare una sistemazione diversa. I costi del restauro ammontano a circa 4 miliardi di sterline.

Spese pazze quindi per la politica londinese ma necessarie, anche perché l’ultima volta che il Parlamento era stato costretto a traslocare fu durante il blitz nazista della seconda guerra mondiale, quando Londra era presa d’assalto dalle bombe di Hitler.

Dove andranno i deputati? I membri della Camera dei Comuni si sistemeranno probabilmente all’interno del Ministero della Sanità, quelli della Camera dei Lord potrebbero traslocare nel grande Queen Elizabeth Center, il centro congressi che, in occasione delle Olimpiadi del 2012, fu preso in affitto dal Coni per insediarvi Casa Italia.

La notizia ha scaturito anche proteste tra i vari deputati ma è evidente che – come hanno dichiarato i tecnici mandati da Downing Street per l’ispezione – tubature, impianti di riscaldamento e sistemi elettrici sono così antiquati al punto che, in caso di incendio, il Parlamento potrebbe scomparire in pochi minuti.

Il Parlamento va via da Westminster: restauro senza trasloco?

Prima di arrivare alla decisione definitiva, il governo ha considerato altresì la possibilità di effettuare il restauro senza il trasloco dei parlamentari. Tuttavia, fare i lavori poco alla volta impiegherebbe molto più tempo e più soldi del previsto: 32 anni a fronte di 6 e 7 miliardi di sterline anziché 4. Il governo ha preso la sua decisione. A Natale, entrambe le Camere confermeranno o meno attraverso un voto la decisione del governo.

Eloisa Zerilli

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi