Usa: Dipartimento di Giustizia prepara battaglia contro l’affirmative action nelle università

0

01605d08-fa24-41cd-8cb8-83a4075e5225_large

 

Washington, 2 ago. – Il dipartimento della Giustizia ha messo in cantiere un nuovo progetto per indagare ed eventualmente querelare università che applicano politiche di ammissione che seguono il principio dell”affirmative action’ giudicate discriminatorie contro i bianchi, anticipano fonti del governo citate dal Washington Post.

La divisione per i diritti civili sta cercando avvocati interessati a lavorare “su indagini e possibili contenziosi relativi a discriminazioni intenzionali basate sulla razza nelle ammissioni nei college e nelle università”, spiega la fonte al corrente con un annuncio interno. Il progetto tuttavia non sarà condotto dalla sezione Opportunità per l’istruzione della divisione, ma dall’ufficio principale della divisione.

Due diversi funzionari specializzati in questioni relative all’istruzione si sono rifiutati di lavorare sul progetto, denunciando che andava contro l’approccio storico dell’ufficio sui diritti nelle opportunità all’istruzione. Per questo, la leadership politica del dipartimento ha deciso di occuparsene direttamente, aggiungono le fonti.

La Corte suprema ha più volte sancito che le scuole hanno un deciso interesse nel creare un corpo studentesco diversificato e che possono usare la razza come uno dei diversi fattori che determinano le decisioni sulle ammissioni. La Corte ha ribadito questa opinione da ultimo nel giugno dello scorso anno, stabilendo con il parere favorevole di quattro giudici e contrario di tre, che le ammissioni che tengono conto della razza dell’Università del Texas sono legittime. Ma sono aperti altri casi contro Harvard e l’Università della Nord Carolina: in entrambi si sostiene che le ammissioni che tengono conto della razza hanno conseguenze discriminatorie contro gli americani di origine asiatica che fanno richiesta di ammissione.

(Ses/AdnKronos)

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi