Personale amministrativo: Orlando firma decreto revisione piante organiche

0

Il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato il decreto che provvede a una prima revisione delle piante organiche del personale amministrativo, anche in attuazione di un complesso quadro di normazione primaria e secondaria.

La firma segue gli impegni presi con le organizzazioni sindacali in sede di accordo del 26 aprile 2017 e dal decreto ministeriale del 9 novembre 2017, con i quali si è previsto che le dotazioni e le piante organiche dei profili professionali oggetto dell’accordo siano determinate con uno o più decreti del Ministro.

Assistenti giudiziari, funzionari contabili e funzionari informatici, sono i profili toccati dal provvedimento che, sulla scorta di quanto già realizzato con la revisione delle piante organiche del personale di magistratura di primo e secondo grado, introduce un concetto di revisione e adeguamento permanente dei contingenti del personale amministrativo, rendendo più duttile la determinazione degli stessi rispetto ai fabbisogni reali e concreti degli uffici giudiziari.

Il Dipartimento dell’Organizzazione ha quindi in programma un adeguamento ulteriore e complessivo delle dotazioni organiche, che saranno oggetto di ulteriori interventi.

L’obiettivo prioritario di questo intervento è quello di soddisfare le necessità indifferibili di assunzione di funzionari informatici, funzionari contabili e assistenti giudiziari, fondamentali per i processi di innovazione degli uffici.

La dotazione del profilo di assistente giudiziario è incrementata di 750 posti ed è individuata in 11.084 unità, con un aumento complessivo pari al 7,26%, (12,4% al Nord, 7,7% al sud 7% al Centro).

L’assistente giudiziario è figura assolutamente necessaria per gli uffici, particolarmente versatile, provvedendo sia a compiti di assistenza in udienza e di assistenza amministrativa burocratica, sia a mansioni implicanti l’uso delle moderne tecnologie.

La revisione in aumento del profilo di assistente giudiziario consentirà poi un duplice risultato: l’immediata assunzione di personale con attingimento dalla graduatoria del relativo concorso, approvata il 14 novembre 2017, nonché i processi di mobilità del personale già in servizio presso gli uffici giudiziari, all’esito delle assunzioni finanziate con il decreto-legge 117/2016, così come richiesto anche dalle organizzazioni sindacali.

Replica

la tua email non verrà pubblicata

Puoi usare HTML e attributi : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito utilizza cookie. Utilizzando il sito in qualunque forma, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra maggiori informazioni

Masterlex.it fa uso di cookie tecnici per ricordare la scelta dell'utente, cookie di profilazione e di terze parti pertanto si richiede il consenso nella qualità di intermendiari tecnici. Procedendo con la navigazione in qualunque maniera anche facendo scroll o mediante accesso ad altra area del sito comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie. Continuando a utilizzare questo sito o cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo. Consulta L'informativa Estesa per maggiori informazioni

Chiudi